Pubblicità Non Convenzionale

Non Convenzionale

Attraverso campagne di Social Media Marketing ci occupiamo di quella branca del marketing che si occupa di generare visibilità su social media, comunità virtuali. Il Social Media Marketing racchiude una serie di pratiche che vanno dalla gestione dei rapporti online all’ottimizzazione delle pagine web fatta per i social media (SMO, Social Media Optimization). Il fine del social media marketing è quello di creare conversazioni con utenti/consumatori e instaurare quella che viene definita affinità. Un esempio comune di social media marketing è l’azione di marketing virale che si compie su Facebook, Instagram, Google+, YouTube o altri siti di Video sharing. Tramite il passaparola spontaneo tra utenti si produce un effetto virale che porta sempre più persone a visionare il video e, dunque, a far sì che il messaggio raggiunga più utenti/consumatori possibile.

1. Guerrilla marketing

Il termine fu coniato da Jay Conrad Levinson nel 1984 nel suo libro “Guerilla Advertising”.

L’ispirazione per il termine guerrilla marketing veniva dalla tattica di guerra detta appunto “guerriglia” condotta da piccole formazioni di uomini e caratterizzata da assalti a sorpresa o imboscate. La definizione di guerrilla marketing veniva da Jay Conrad Levinson adattata a quelle tattiche di marketing che condividono elementi con le tattiche di guerriglia: assalti, sabotaggi, sorpresa, raids, ecc..

Questo stile alternativo di fare pubblicità si appoggia in modo determinante su strategie di marketing non convenzionale, grande energia ed immaginazione. Il Guerrilla Marketing è focalizzato sul cogliere il consumatore di sorpresa, lasciargli un ricordo indelebile dell’esperienza e creare rilevante social buzz.

 

2. Marketing virale

Il marketing virale è un tipo di marketing non convenzionale che sfrutta la capacità comunicativa di pochi soggetti interessati per trasmettere un messaggio a un numero elevato di utenti finali. La modalità di diffusione del messaggio segue un profilo tipico che presenta un andamento esponenziale.

È un’evoluzione del passaparola, ma se ne distingue per il fatto di avere un’intenzione volontaria da parte dei promotori della campagna.

Il principio del viral marketing si basa sull’originalità di un’idea: qualcosa che, a causa della sua natura o del suo contenuto, riesce a espandersi molto velocemente in una data popolazione. Come un virus, l’idea, che può rivelarsi interessante per un utente, viene passata da questo ad altri contatti, da questi ad altri e così via. In questo modo si espande rapidamente, tramite il principio del “passaparola”, la conoscenza dell’idea.

 

3. Product placement

Il product placement è lo strumento attraverso il quale si pianifica e si posiziona un marchio all’interno delle scene di un prodotto cinematografico o televisivo a fronte del pagamento di un corrispettivo da parte dell’azienda che viene pubblicizzata.

 

4. Buzz marketing

Il buzz marketing, detto anche marketing non convenzionale è quell’insieme di operazioni di marketing non convenzionale volte ad aumentare il numero e il volume delle conversazioni riguardanti un prodotto o un servizio e, conseguentemente, ad accrescere la notorietà e la buona reputazione di una marca[Non del prodotto o servizio in questione?!][senza fonte]. Consiste cioè nel dare alle persone motivo di parlare di un prodotto, servizio, un’iniziativa e nel facilitare le conversazioni attorno a tale oggetto.

La parola buzz è, infatti, onomatopeica e richiama il ronzio delle api: in estrema sintesi il buzz marketing rappresenta quindi la possibilità di raggiungere nel minor tempo possibile quello che viene definito “sciame”, cioè un gruppo di utenti omogeneo per interessi rispetto a un tema o a una categoria di prodotti/servizi.

Buzz marketing è, dunque, la strategia di coloro che, consapevolmente o inconsapevolmente, gratis o a pagamento, utilizzano il web (tramite, ad esempio, blog, forum e social network) per parlare e far parlare (o cercare di far parlare) di beni, aziende o brand.

 

5. Ambush marketing

Ambush marketing è l’espressione comunemente usata nel mondo anglosassone in ipotesi di associazione indebita (non autorizzata) di un brand ad un evento mediatico; ossia quando lo stesso non appartenga ad uno degli sponsor ufficiali.[1] Accade sovente che un brand paghi per diventare sponsor ufficiale ed unico di un dato evento mediatico, nel quale si intromette cercando visibilità, con un’azione di marketing non convenzionale, un’altra compagnia in modo non ufficiale. Il termine “Ambush Marketing” è stato coniato dal marketing strategist Jerry Welsh, mentre lavorava per l’American Express Company, nel 1980.

 

6. Ambient marketing

L’ambient marketing è una forma di marketing non convenzionale che sfrutta l’ambiente (sia esso una strada, un negozio, un ascensore, una cabina telefonica, il bagno di una discoteca…) per “incontrare” il target.

Come le altre forme di Marketing non convenzionale (Marketing virale, Guerriglia marketing, Street marketing etc.) nasce per ovviare alla obiettiva difficoltà di “farsi vedere” nel crescente affollamento pubblicitario dei mezzi tradizionali.

Nel caso dell’Ambient Marketing, la fascia di target alla quale ci si desidera rivolgere è presente in determinati luoghi in certi momenti della giornata. Ed è lì che si va a colpire.

L’ambient marketing cerca di portare la pubblicità direttamente dove si trova il suo target specifico, costruendo messaggi ad hoc per i suoi obiettivi; un target potenzialmente molto ricettivo, perché colto “di sorpresa” in un momento di rilassatezza, in un ambiente ove si è recato con motivazioni completamente diverse da quelle usuali per la ricezione di una comunicazione pubblicitaria.

 

7. Street marketing

Lo street marketing è una forma di marketing non convenzionale che si esplica esclusivamente per le strade vere e proprie di una città o al massimo all’interno dei Centri Commerciali, e privilegia come strumenti il corpo e l’azione di performer.

In particolare, lo street mktg opta per la “spettacolarizzazione” del suo farsi, del suo essere performance che accade in coordinate spazio temporali molto esatte: in quel preciso momento e per il pubblico che si è deciso di andare a “colpire” agendo su quella location. Per promuovere un detersivo, ad esempio, si sceglierà di dare vita alla performance in mercati rionali dove c’è una maggiore concentrazione del target di riferimento, e cioè le casalinghe; o per lanciare una linea di streetwear si privilegerà le zone della città più frequentate dai giovani nel tempo libero, etc..

 

8. Visual marketing

Il visual marketing è la disciplina che studia il rapporto che intercorre fra oggetto, contesto in cui viene inserito ed immagine. È applicato principalmente nei settori moda e design, e rappresenta un punto di contatto interdisciplinare tra economia, leggi della percezione visiva e psicologia cognitiva.

 

Digitale

Realizziamo siti professionali con massima creatività ma anche funzionalità, portali di avanzate funzionalità e vasti contenuti. Ogni sito web sarà unico nel suo genere e creato in base alle esigenze del committente. Progettiamo, realizziamo ed amministriamo ogni attività di e-commerce per aumentare le vostre possibilità di sviluppo grazie ad operazioni di web-marketing e web- advertising. Nel corso della realizzazione del sito (o del restyling di siti già esistenti), dalla bozza grafica fino al progetto finito, lavoriamo a stretto contatto con il Cliente, al fine di ottenere un prodotto che rispecchi fedelmente ed in tutto l’immagine aziendale.

1. Web hosting, registrazione domini (.com, .net, .org, .it, .biz, ecc)

Definiamo hosting (dall’inglese to host, ospitare) un servizio di rete che consiste nell’allocare su un server web le pagine web di un sito web o un’applicazione web, rendendolo così accessibile dalla rete Internet e ai suoi utenti;

Per registrazione dominio si intende attribuire un nome ad uno spazio web in modo tale che sia non solo facilmente identificabile nella rete, ma anche affinche’ ciò avvenga in modo univoco: con la registrazione dei domini abbiamo la garanzia che non si vengano a creare più siti con lo stesso nome/dominio.

 

2. Web design, realizzazione di siti web, portali dinamici

Il webdesign indica lo sviluppo teorico e pratico di un sito web.

Un portale web, o portale internet (informalmente anche portale) è un sito web che costituisce un punto di partenza, una porta di ingresso, ad un gruppo consistente di risorse in internet o di una intranet.

 

3. Indicizzazione di siti nei motori di ricerca

Per indicizzazione si intende l’inserimento di un sito web nel database di un motore di ricerca. L’indicizzazione di un sito internet è il modo in cui il sito viene acquisito e interpretato dai motori di ricerca e quindi compare nelle loro pagine di risposta alle interrogazioni degli utenti web.

 

4. Restyling di siti già esistenti

Ottimizzare un sito web vuol dire intervenire su tutte le migliorie da apportare al sito stesso, per renderlo graficamente più consono al target da raggiungere da un lato ed usabile e navigabile dall’altro.

Il restyling grafico offre all’utente un impatto visivo ed è molto importante.

Restyling strutturale invece è un intervento che migliora gli accorgimenti per quanto concerne la navigazione, usabilità, accessibilità, scrittura del codice di markup disposizione di elementi nelle pagine mettendo in primo piano quello che il sito offre

 

5. Analisi della concorrenza sul web

Tramite l’analisi del mercato e della concorrenza individuiamo sul web il mercato (o i mercati) in cui opera il nostro cliente e analizzarne lo status attuale i trend futuri. Indichiamo i concorrenti diretti e indiretti sul web e verifichiamo se la concorrenza su internet sia la stessa rispetto al mercato tradizionale. Analizziamo le tecniche di promozione sul web eventualmente utilizzate dalla concorrenza. Studiamo le parole chiave utilizzate dai concorrenti che adottano tecniche di posizionamento sui motori di ricerca.

Questa analisi dettagliata ci permette di indicare con precisione al cliente, su quali mercati (sia a livello merceologico che geografico) operare sul web, quali prodotti e servizi promuovere on-line e suggerire eventuali opportunità a livello di richieste di nuovi prodotti e servizi richiesti dai navigatori.

 

6. Studio minuzioso dei contenuti e delle parole chiave

Scegliamo parole chiave pertinenti e di qualità per raggiungere solo le persone più interessate e con le maggiori probabilità di diventare clienti.

Quando un utente effettua ricerche su Google, l’annuncio, la notizia, la pagina deve essere idoneo a essere pubblicato sulla base della analogie delle parole chiave con i termini di ricerca utilizzati, nonché dei tipi di corrispondenza delle parole chiave.

 

7. Iscrizione del sito sui portali tematici

Provider di accesso, fornitori di servizi di rete, produttori di contenuti, gestori di motori di ricerca, venditori telematici, ormai chiunque abbia a che fare più o meno direttamente con l’ on-line, tende ormai a definire sempre e comunque il proprio sito come ‘portale’.

 

8. Pianificazione di campagne pubblicitarie web

Una campagna pubblicitaria online è un insieme di azioni pubblicitarie organizzate secondo obiettivi di marketing e di business rivolte ai propri clienti e ai clienti potenziali attraverso il canale internet. È facilmente misurabile e permette di avere un riscontro concreto sui risultati portati. Quindi permette di migliorare e ottimizzare le proprie strategie su dati tangibili rispetto ai media tradizionali.

Operativamente è costituita da:

  • Analisi iniziale per definire la strategia pubblicitaria; individuazione di siti premium, network pubblicitari, risorse online per la promozione pubblicitaria;
  • Definizione del piano di marketing e della campagna pubblicitaria; Pianificazione e acquisto media online;
  • Studio e creazione della creatività per il web e per le campagne pubblicitarie aderenti agli standard Iab;
  • Studio e creazione di Landing Page, minisiti e siti collegati con la campagna pubblicitaria;
  • Realizzazione di campagne pubblicitarie su motori di ricerca;
  • Ottimizzazione campagne in termini di conversioni, costi e ritorno di investimento Analisi delle performance e dei risultati.

 

9. Pianificazione e realizzazione di banner pubblicitari

Uno degli aspetti più importanti del webmarketing sono le campagne pubblicitarie display. I circuiti di adversiting sono molteplici e richiedono caratteristiche mirate come: script, peso in kb e altre particolarita’ Prestando la massima attenzione all’aspetto comunicativo.

 

10. Realizzazione ed invio di newsletter

Si tratta, indubbiamente, di uno degli strumenti più diffusi sul web a fini promozionali e di comunicazione a partire dalla fine degli anni 90

Tramite un client di posta elettronica o tramite software specifici, che svolgono il loro servizio sia online che offline. E’ possibile inviare newsletter anche tramite applicativi web complementari al proprio sito, tramite applicativi web dedicati su altri server, oppure tramite applicativi autonomi installati nel proprio web server.

 

11. Creazione di software e database

Abbiamo realizzato negli anni molte software solutions personalizzate, per aziende che hanno deciso di semplificare il lavoro attraverso sistemi su misura che facilitino i processi di comunicazione, snelliscano i flussi di lavoro, rendano la forza vendite più libera di agire quotidianamente ma restando sempre connessa con la sede centrale dell’azienda.

Oggi viene utilizzato il termine applicazione che amplia il concetto di software, perchè lo rende accessibile anche tramite dispositivi differenti dal classico www.

 

12. Soluzioni intranet ed extranet

Per Intranet si intende una rete privata di un’organizzazione che usa gli stessi protocolli e gli stessi programmi usati nella Internet pubblica, ma che è soltanto per uso interno. La sua funzione è migliorare i processi aziendali e favorire la comunicazione fra settori diversi di una stessa azienda.

Le reti Extranet, invece, sono un’estensione di una rete Intranet con l’accesso concesso anche a clienti, rivenditori, installatori, agenti, fornitori o consulenti che possono accedere tramite password.

In entrambi i casi, l’aspetto grafico e le funzionalità saranno molto simili a quelle di un normale sito web, solo che l’accesso sarà riservato solo al personale autorizzato.

 

Pubblicità Convenzionale 

Clienti 

Contatti